logo

Chi è on line?

 16 visitatori online

Link Utilli

www.separeco.it

La società Separeco Srl progetta e realizza impianti Supercritici SFE/SFF/SFP/SFM/SFCE/SFWE sia singoli che combinati. Impianti pilota ed industriali da 1 litro in su. Pressioni fino a 800 bar. Supervisione da PC con PLC a bordo macchina.

Fotobioreattori FITOPLAN per coltivazione microalghe in cluster e per sperimentazione.

 


Home Purificazione SCF
Allontanamento di solventi chimici PDF Stampa E-mail
Sabato 26 Dicembre 2009 19:54

L’anidride carbonica (CO2) si dissolve facilmente nei solventi liquidi organici. Questo fenomeno assume rilevante importanza quando la pressione del sistema viene incrementata alimentando CO2 compressa, fluido comprimibile. La quota di CO2 che viene dissolta nel liquido, funzione di temperatura e pressione, ne comporta un aumento di massa, fenomeno denominato rigonfiamento o espansione. Alimentando CO2 al sistema chiuso rappresentato dal recipiente a pressione in cui è contenuto il liquido, la composizione del liquido varia in continuo arricchendosi in CO2.
Si giunge ad avere un sistema in cui la CO2, pur essendo allo stato gassoso o supercritico (T>Tc), è presente in misura preponderante rispetto al solvente sia nella fase aeriforme, vapore o gassosa, sia nella fase liquida. Operando a temperatura costante, l’aumento della pressione porta al completo riempimento in fase liquida del recipiente. L’andamento dell’espansione volumetrica del liquido ad opera della CO2 alimentata, e quindi della pressione, è di tipo esponenziale.

 

Un altro aspetto basilare è legato all’effetto antisolvente, innescato proprio a causa dell’espansione del liquido ad opera della CO2 e alla successiva perdita in densità e potere solvente del liquido stesso. Qualora nel liquido di partenza, che verrà poi posto in pressione di CO2, sia contenuto uno o più soluti, nel corso del rigonfiamento si osserverà, per un determinato valore di pressione dipendente dalla temperatura, la separazione del soluto in fase solida causata dalla solubilizzazione della CO2 nella soluzione. La CO2 funziona da antisolvente solo al superamento di una determinata soglia di pressione, quindi è necessario allontanare completamente il liquido organico dalla camera di precipitazione prima di depressurizzarla per non incorrere nella risolubilizzazione del solido ad opera del solvente liquido organico rimasto in camera. Altro aspetto fondamentale è quindi la conoscenza del valore di pressione a cui i diversi soluti si segregano in fase solida all’interno della soluzione rigonfiata.

 

 

 

Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla Template, website hosting. Valid XHTML and CSS.

echo '
nike tn pas chernike tn pas chernike tn pas chernike tn pas chernike tn pas chernike tn pas cherair max pas cherair max pas cherair max pas cherair max pas cherair max pas chergiuseppe zanotti pas cherzanotti pas chergiuseppe zanotti pas chergiuseppe zanotti pas cherzanotti pas chergiuseppe zanotti pas chergiuseppe zanotti soldesmichael kors outletmichael kors outlet onlinemichael kors outlet storemichael kors outlet handbagsmichael kors outlet watchesmoncler outlet onlinepiumini moncler outletmoncler outletmoncler outlet italiamoncler outlet milanowoolrich outlet online
';